9 Febbraio 2015
A VENEZIA PER DIFENDERE LE STALLE E IL LATTE MADE IN ITALY

Guarda qui le immagini della manifestazione a Venezia, la rassegna stampa e le foto delle altre "mungiture" in Italia

A VENEZIA PER DIFENDERE LE STALLE E IL LATTE MADE IN ITALY
Gli allevatori padovani in piazza San Marco alla “giornata dell’allevatore” per denunciare lo scandalo del prezzo e dell'invasione di prodotti stranieri

Hanno sfidato l'acqua alta e la pioggia ghiacciata per denunciare lo scandalo del prezzo del latte gli allevatori padovani che hanno raggiunto Venezia per la manifestazione di Coldiretti in difesa del vero latte made in Italy. Gli agricoltori padovani, oltre un centinaio, si sono trovati in piazza San Marco davanti alla stalla galleggiante ormeggiata sul molo per la prima mungitura pubblica, una grande “giornata dell’allevatore” organizzata da Coldiretti in contemporanea con altre piazze italiane, per reagire "all'attacco alle stalle italiane".
Gli allevatori padovani, spiegano il presidente Miotto e il direttore Solfanelli che hanno accompagnato la delegazione, “non possono accettare che un litro di latte venga pagato in stalla intorno ai 30 centesimi e poi assistere all'invasione di latte straniero a basso costo e senza nessuna garanzia di origine e qualità. I nostri allevatori hanno affrontato sacrifici e costi notevoli per garantire un prodotto genuino e tracciato, fondamentale per la produzione di formaggi Dop della nostra regione come il Grana Padano e l'Asiago. Il prezzo riconosciuto agli allevatori non basta nemmeno a coprire i costi di produzione e i consumatori non traggono alcun vantaggio, anzi non hanno alcuna garanzia sull'origine e la qualità dei prodotti lattiero caseari”.
L’obiettivo della Coldiretti scesa nelle principali piazze italiane con decine di migliaia di allevatori è stato quello di far conoscere da vicino il difficile lavoro nelle stalle e gli effetti positivi per l’intera collettività ma anche i pericoli dell’abbandono di una attività insostituibile per la sicurezza alimentare, ambientale e il prestigio internazionale del Made in Italy e soprattutto per l’economia e l’occupazione, con la scomparsa in Italia circa 150mila mucche dall’inizio della crisi nel 2007. Da allora in poi è stata chiusa una stalla italiana su cinque con la perdita silenziosa di 32mila posti di lavoro e il rischio concreto della scomparsa del latte italiano e dei prestigiosi formaggi con effetti drammatici anche sulla sicurezza alimentare e sul presidio ambientale.
L'invasione di latte straniero costa al vero made in Italy migliaia di posti di lavoro e di aziende di eccellenza. Coldiretti chiede risposte certe e rapide,a partire dall'obbligo di origine per tutto il latte, i formaggi e prodotti derivati. Inoltre la parola "formaggio" dovrà essere usata solamente per ciò che nasce direttamente dal latte. Vanno pubblicati inoltre i dati relativi alle importazioni di latte e derivati, tracciando le sostanze utilizzate, contro la concorrenza sleale. Non da ultimo vanno attuate misure di sostegno ai nostri allevamenti.

 

Punto Impresa Ditale PID

Le attività e le iniziative di Coldiretti e Impresa Verde Padova per diffondere la cultura e la pratica digitale fra le imprese agricole

L'Amico del Coltivatore

Sfoglia on line l'ultima uscita

Fiori a casa tua

Scopri le aziende florovivaistiche che praticano la vendita on line e la consegna a domicilio

La spesa a casa tua

Tutte le aziende che consegnano a domicilio

Campagna Amica

Campagna Amica

Portale Coldiretti Veneto Formazione

Portale Coldiretti Veneto Formazione

Portale e-Learning Coldiretti Veneto

Portale Coldiretti Veneto e-Learning