24 Giugno 2020
Agriturismo: investire sulla ripresa dopo le perdite del lockdown

COLDIRETTI: BENE L’AVVIO DELL’ITER DI MODIFICA ALLA LEGGE REGIONALE

In provincia di Padova calo di fatturato di 5 milioni di euro, “Vo’ apripista nelle consegne a domicilio e vendita on line”

“Dopo le perdite milionarie subite dai 150 agriturismi padovani nel corso del lockdown, con una contrazione del fatturato complessivo di almeno 5 milioni di euro per le aziende della nostra provincia è tempo di investire sulla ripresa dell’attività e sul sostegno del settore. Per questo la modifica al testo di legge regionale in materia di agriturismo è un atto importante verso gli operatori del settore e denota una politica regionale al passo con i tempi”. Così Emanuele Calaon, presidente provinciale di Terranostra l’associazione che rappresenta oltre la metà delle aziende agricole che offrono servizi di accoglienza e ristorazione, didattica e turismo rurale di Coldiretti, commenta l’avvio dell’iter legislativo per la nuova norma in materia di agriturismo.

“La Giunta del Veneto – aggiunge - recepisce le istanze di una realtà imprenditoriale che proprio nel periodo di emergenza sanitaria ha manifestato tutto il potenziale professionale per poter garantire i servizi alla collettività. Dal tema della consegna dei pasti a domicilio fino ai piatti da asporto comprese soluzioni su misura per le tante richieste espresse dalle famiglie obbligate a stare tra le mura domestiche – prosegue Calaon – gli agriturismi hanno dimostrato dinamicità ed elasticità nel rispondere alle nuove esigenze. Pensiamo a quanto successo proprio a Vo’, istituita zona rossa esattamente quattro mesi fa: gli agriturismi insieme alle aziende vinicole del paese si sono subito organizzati per la consegna a domicilio, fornendo così un servizio utile e necessario. La primavera, una delle stagioni più propizie, quest’anno è stata segnata dal lockdown che ha praticamente azzerato il fatturato legato a questo genere di proposte. Per mesi gli agriturismi, le cantine, le fattorie hanno mantenuto i rapporti con la clientela esclusivamente on line e attraverso i canali della vendita a domicilio. Ora finalmente siamo tornati, non senza un notevole sforzo e impiego di risorse, alle consuete attività, anche se con modalità diverse e all’insegna della massima sicurezza e del pieno rispetto delle normative utili a prevenire il contagio.

Terranostra Veneto ha dunque chiesto che le innovazioni messe in campo dai nostri agriturismi in questo difficile momento caratterizzato dalla pandemia, fossero riprese in un nuovo testo normativo. Queste performance non possono essere blindate da norme vetuste – conclude Calaon - ma vanno perfezionate in provvedimenti aggiornati che valorizzino anche le tante espressioni di una multifunzionalità in agricoltura ormai irrinunciabile per la società tutta. Leggeremo con attenzione il documento al quale abbiamo lavorato con passione e gli eventuali miglioramenti che potranno essere apportati in sede di Consiglio regionale, affinché la norma sia approvata prima della fine della legislatura”.

Con la graduale ripresa delle attività, le aziende agrituristiche e le cantine hanno messo in calendario anche i primi appuntamenti aperti al pubblico, tra degustazioni ed assaggi, brevi incontri dedicati ad uno specifico prodotto di stagione o ad un vino, ad un approfondimento sotto il segno di Campagna Amica. Eventi che grazie alla bella stagione si tengono per lo più all’aperto oppure al riparo sotto ampi portici, ideale per gli appuntamenti di inizio estate che stanno fiorendo grazie all’iniziativa e all’intraprendenza degli agricoltori.

 

Fiori a casa tua

Scopri le aziende florovivaistiche che praticano la vendita on line e la consegna a domicilio

La spesa a casa tua

Tutte le aziende che consegnano a domicilio

Campagna Amica

Campagna Amica

Portale Coldiretti Veneto Formazione

Portale Coldiretti Veneto Formazione

Portale e-Learning Coldiretti Veneto

Portale Coldiretti Veneto e-Learning