2 Luglio 2010
BASTA CON LE MOZZARELLE BLU 200 AGRICOLTORI PADOVANI A ROMA PER LA FILIERA TUTTA ITALIANA

Guarda la galleria di immagini della manifestazione

Sono oltre duecento gli agricoltori di Coldiretti Padova che stamattina hanno partecipato al Congresso Nazionale al Palalottomatica di Roma, dove si sono riuniti quindicimila coltivatori per chiedere a gran voce una “Filiera Agricola Tutta Italiana”.
«E’ stata un’occasione unica per fare il punto del nostro percorso intrapreso proprio al Palalottomatica la primavera del 2009 per dare forma e concretezza alla filiera firmata dagli agricoltori italiani, contro ogni speculazione e distorsione del mercato», è il primo commento del presidente di Coldiretti Padova Marco Calaon che ha accompagnato nella capitale la delegazione padovana insieme al direttore Walter Luchetta. Nutrita la presenza di giovani, di donne, allevatori, titolari di agriturismi e farmer’s market, la conferma della vitalità di un’agricoltura che non teme il confronto con il mercato ma chiede regole chiare e controlli rigorosi per garantire il vero “made in Italy”.
«Ancora una volta – prosegue Calaon – abbiamo detto a gran voce no ad ogni forma di speculazione e di bugia sul made in Italy agroalimentare. Il recente caso delle mozzarelle blu, che ha coinvolto anche la nostra provincia suscitando un certo allarme, è l’emblema di un mercato “drogato” da prodotti di cui non conosciamo né l’origine e nemmeno la composizione. Da troppo tempo chiediamo controlli sistematici e severi sulle importazioni perché è giusto che i consumatori sappiano ciò che mangiano.
Purtroppo, come ha dichiarato il nostro presidente nazionale Sergio Marini, la globalizzazione dei mercati, ha portato ad un deficit di responsabilità, di onestà e di trasparenza  che ha generato la crisi internazionale ed ha drammaticamente legittimato la derubricazione del tema cibo fino a farlo considerare una merce qualsiasi,  come fosse un aspirapolvere o un frigorifero. Ecco noi non ci stiamo, perché è in gioco la sopravvivenza stessa delle nostre aziende e il futuro dell’agroalimentare italiano».
«La situazione di difficoltà dell’agricoltura italiana – ha ricordato il presidente nazionale di Coldiretti Sergio Marini - non dipende solo dalla crisi generale ma dal fatto che stiamo vivendo i drammatici effetti di quelli che sono i due furti ai quali sono sottoposte giornalmente le nostre imprese: da una parte il furto di identità e di immagine che vede sfacciatamente immesso in commercio il cibo proveniente da chissà quale parte del mondo come italiano; dall'altra il furto di valore aggiunto che vede sottopagati i nostri prodotti agricoli senza alcun beneficio per i consumatori.
Il futuro della nostra agricoltura sarà nell’essere diversi e migliori e non omologati a quei sistemi produttivi che operano con strutture di costi per noi irraggiungibili. Il problema - ha precisato Marini - è non farsi copiare le nostre eccellenze e non replicare modelli che il mercato ha già abbondantemente bocciato, come nel caso degli Ogm. Sarebbe bene che - ha continuato Marini - anche gli altri settori dell’economia trovassero ancoraggi forti per farsi riconoscere quella diversità in mancanza della quale siamo destinati a competere sui costi, con il rischio della delocalizzazione e di nuova povertà sociale».
«Durante l’assemblea abbiamo individuato le prime dieci cose fatte nell’ambito del progetto – conclude Calaon - dal via al più grande circuito europeo di Farmers market alla nascita, con Consorzi Agrari d’Italia (CAI), della prima e più importante holding italiana degli agricoltori, dalla commercializzazione della prima pasta dei coltivatori italiani all’avvio della prima e più grande società di trading europea dei cereali di proprietà degli agricoltori, dalla sottoscrizione del più grande contratto europeo di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili da biomasse tutte italiane all’accreditamento di circa mille nuovi punti di vendita diretta di Campagna Amica al mese».

Punto Impresa Ditale PID

Le attività e le iniziative di Coldiretti e Impresa Verde Padova per diffondere la cultura e la pratica digitale fra le imprese agricole

L'Amico del Coltivatore

Sfoglia on line l'ultima uscita

Fiori a casa tua

Scopri le aziende florovivaistiche che praticano la vendita on line e la consegna a domicilio

La spesa a casa tua

Tutte le aziende che consegnano a domicilio

Campagna Amica

Campagna Amica

Portale Coldiretti Veneto Formazione

Portale Coldiretti Veneto Formazione

Portale e-Learning Coldiretti Veneto

Portale Coldiretti Veneto e-Learning