20 Marzo 2020
Bonus facciate, tutti i dettagli

Nella Finanziaria 2020 è stato introdotto il nuovo “Bonus Facciate” che consiste in uno sconto fiscale per abbellire gli edifici della nostra città. L’agevolazione fiscale consiste in una detrazione dall’imposta lorda (Irpef o Ires) ed è concessa quando si eseguono lavori di recupero o restauro delle facciate esterne degli edifici esistenti.

La detrazione spetta nella misura del 90% ripartito in 10 quote annuali per i seguenti interventi:

  • pittura o tinteggiatura esterna sulle strutture opache delle facciate compresi balconi, ornamenti e fregi;
  • lavori di consolidamento, ripristino e miglioramento delle caratteristiche termiche e il rinnovo degli elementi costitutivi della facciata esterna dell’edificio;
  • lavori riconducibili al decoro urbano quali quelli riferiti a grondaie, pluviali e parapetti.

Possono beneficiare di questa nuova detrazione tutti i contribuenti che possiedono a qualsiasi titolo l’immobile oggetto di intervento. In particolare sono ammessi le persone fisiche, le società semplici, le associazioni tra professionisti e i contribuenti che conseguono reddito d’impresa (persone fisiche, società di persone, società di capitali). Vista la platea di soggetti interessati bisogna fare attenzione alle diverse modalità di attribuzione della detrazione in oggetto. Per le persone fisiche e gli esercenti arti e professioni bisogna considerare i pagamenti effettuati nell’anno 2020 anche se i lavori sono iniziati nell’anno 2019 mentre per i titolari di reddito d’impresa che determinano il reddito per “competenza” bisogna far riferimento alle spese da imputare al periodo di imposta in corso al 31 Dicembre 2020 indipendentemente dalla data di avvio dei lavori e dalla data dei pagamenti.

Il beneficio fiscale spetta anche per lavori su parti comuni condominiali pagati da parte del condominio nell’anno 2020 indipendentemente dal periodo di effettuazione degli interventi.

Per avere diritto al bonus è necessario che gli edifici siano ubicati in zona A (ad esempio centro storici) e in zona B (zone ad alta densità abitativa) in base alle normative regionali e comunali. A tal proposito l’Agenzia delle Entrate con circolare n.2/E del 14/02/2020 ha emanato i primi chiarimenti per il Bonus Facciate stabilendo tra le altre cose che l’assimilazione alle zone A o B nella quale ricade l’edificio oggetto dell’intervento dovrà risultare dalle certificazioni urbanistiche rilasciate dagli enti competenti.

Campagna Amica

Campagna Amica

Portale Coldiretti Veneto Formazione

Portale Coldiretti Veneto Formazione

Portale e-Learning Coldiretti Veneto

Portale Coldiretti Veneto e-Learning