14 Marzo 2016
BOOM DEGLI AGRIBIRRIFICI,PARLA VENETO LA PRIMA BIRRA A KM 0

E' boom degli agribirrifici, arriva dal Veneto  la risposta alle multinazionali del settore con prodotti interamente “fatti in casa”. Così capita che dai campi d’orzo il tragitto verso lo stabilimento sia addirittura di pochi metri. La risposta è arrivata soprattutto dagli agricoltori più giovani che hanno inaugurato in questi anni dei veri agribirrifici dove realizzare proposte incredibili utilizzando luppolo, orzo coltivati localmente dove la vicinanza al mare o alla montagna fa la differenza. Questa tendenza  ha incrementando la semina di varie colture, ideali per le miscele di sapori. Sono nati dei veri marchi ispirati alla territorialità o alla fantasia imprenditoriale.
Ma c’è chi ha fatto un passo in più. È il caso del Birrificio Agricolo Antoniano di Villafranca Padovana, che oltre alla coltivazione dell’orzo, si è cimentato in quella del luppolo, arrivando così a presentare, in collaborazione con Coldiretti Padova, la Birra Antoniana La Veneta Km 0, la prima birra prodotta interamente nella nostra regione, dalle materie prime all’intero ciclo produttivo.
La Veneta Km 0 è la prima specialità birraria a vantare il logo Coldiretti del “Km 0”, frutto dell’accreditamento da parte di un’apposita commissione di Coldiretti Veneto che ha potuto verificare l’origine delle materie prime e la produzione. Il gruppo degli specialisti del ‘kmzero’ (rappresentante di Federconsumatori, il presidente di Coldiretti Veneto, il dirigente dell’ente certificatore Csqua, il referente dei giornalisti enogastronomici, uno per l’Accademia della Cucina, oltre che i funzionari della Regione Veneto)  esaminata la documentazione e visitato lo stabilimento, ha dichiarato che questa realtà è a tutti gli effetti idonea all’iscrizione, targandola ufficialmente e inserendola nella rete dei locali che hanno deciso di impiegare nella loto attività in prevalenza la produzione agroalimentare ‘a breve distanza’.
La particolarità della nuova birra artigianale è l’origine tutta veneta delle materie prime. Il Birrificio Antoniano agisce come società agricola e ha in gestione più di 90 ettari di terreno. In provincia di Padova, da una terra argillosa nel conselvano, cresce l’orzo distico selezionato accuratamente, nato da sementi certificate e seguito passo passo nel suo sviluppo dai consulenti agronomici di Coldiretti Padova.  L’acqua, che rappresenta il 90% del prodotto, è quella del bacino del Brenta. L’inconfondibile amaro aromatico della birra è donato dal luppolo, una pianta ben nota anche in Veneto col nome di “bruscandolo” o luppolo selvatico, della quale si erano perse le tracce. Il Birrificio Antoniano ha iniziato ad acquistare il luppolo in fiore da un’azienda agricola che ha ripreso a coltivarlo, in provincia di Venezia, per creare la vera birra veneta nello stabilimento di Ronchi di Villafranca Padovana. La birra “la Veneta Km 0” conferma come le produzioni agricole di qualità della nostra regione possano riportare alle radici una bevanda che, prima di tutto, è un alimento vivo dono della terra.
"Finalmente – afferma Martino Cerantola, presidente di Coldiretti Veneto - c'è chi mette in pratica quanto andiamo sostenendo da anni sul km 0 e l'importanza del legame con il territorio, dell'origine dei prodotti e della trasparenza. Questa iniziativa  è un ulteriore passo avanti sulla strada delle tipicità, eccellenze del territorio da far conoscere e valorizzare. Mentre le multinazionali tendono ad ampliare il loro monopolio e ad uniformare il mercato i nostri produttori puntano invece al forte legame con il territorio e all’identità che distingue i nostri prodotti migliori. In questa situazione di grande dinamicità, vogliamo privilegiare la trasparenza dell’informazione dei consumatori".
 Oggi la prima birra veneta a km 0 è stata presentata in anteprima alla stampa, che ha avuto anche la possibilità di visitare il birrificio rinnovato percorrendo l’intero ciclo produttivo della birra.
la degustazione della nuova birra, che già ha attirato l’attenzione degli addetti ai lavori e degli appassionati, è stata accompagnata da alcuni assaggi messi a punto dallo staff dell’Antica Trattoria Ballotta di Torreglia, primo ristorante accreditato da Coldiretti Veneto nel circuito del “km 0”, che venerdì 18 marzo ospiterà anche il primo evento dedicato a La Veneta Km 0, in collaborazione con Coldiretti Padova. Sarà una serata speciale dedicata al debutto della prima birra interamente prodotta in Veneto, protagonista dei piatti messi a punto dalla brigata di cucina della famiglia Legnaro per esaltare le caratteristiche della birra abbinata alle tipicità locali.

Punto Impresa Ditale PID

Le attività e le iniziative di Coldiretti e Impresa Verde Padova per diffondere la cultura e la pratica digitale fra le imprese agricole

L'Amico del Coltivatore

Sfoglia on line l'ultima uscita

Fiori a casa tua

Scopri le aziende florovivaistiche che praticano la vendita on line e la consegna a domicilio

La spesa a casa tua

Tutte le aziende che consegnano a domicilio

Campagna Amica

Campagna Amica

Portale Coldiretti Veneto Formazione

Portale Coldiretti Veneto Formazione

Portale e-Learning Coldiretti Veneto

Portale Coldiretti Veneto e-Learning