23 Marzo 2022
Decreto anticrisi, accolte tutte le misure del piano di Coldiretti

Rinegoziazione e ristrutturazione dei mutui a 25 anni con garanzia gratuita Ismea, credito di imposta del 20% per la riduzione del costo del gasolio per pesca ed agricoltura, 35 milioni alle filiere in crisi destinati al Fondo per lo sviluppo e il sostegno delle imprese agricole, della pesca e dell'acquacoltura e via libera a fertilizzanti naturali come il digestato prodotto negli allevamenti per far fronte alla carenza di quelli chimici sono le misure del piano anticrisi della mobilitazione della Coldiretti e contenute nel provvedimento varato dal Governo per affrontare l’emergenza del settore agricolo con i bilanci in crisi con 8 miliardi di costi aggiuntivi tra mangimi, concimi, energia.” E’ quanto afferma il presidente della Coldiretti Ettore Prandini nel ringraziare il Ministro delle Politiche Agricole Stefano Patuanelli e il premier Mario Draghi per gli interventi a favore del settore agricolo.  

Nel nuovo decreto sono previste misure per complessivi 4,4 miliardi di euro, in gran parte finanziati dalle aziende del comparto energetico, per il tramite di un contributo a titolo di prelievo solidaristico straordinario a carico dei soggetti che esercitano nel territorio dello Stato l'attività di produzione di energia elettrica, di gas metano o di estrazione di gas naturale, dei soggetti rivenditori di energia elettrica di gas metano e di gas naturale e dei soggetti che esercitano l'attività di produzione, distribuzione e commercio di prodotti petroliferi.

Ecco una sintesi delle misure previste:

Titolo I - Contenimento prezzi gasolio e benzina

  • Art. 1 - Riduzione delle accise sulla benzina e sul gasolio impiegato come carburante per autotrazione. L’effetto della misura consiste nella riduzione del prezzo di benzina e gasolio per un periodo di 30 giorni dalla data di entrata in vigore del provvedimento.
  • Art. 2 - Bonus carburante dipendenti. Per il 2022, l’importo del valore di buoni benzina ceduti a titolo gratuito da aziende private ai lavoratori dipendenti, nel limite di 200 euro per lavoratore, non concorre alla formazione del reddito.

Titolo II - Misure in tema di prezzi dell'energia e del gas

  • Art. 3 - nuovo credito di imposta dedicato alle imprese – diverse da quelle a forte consumo di energia – dotate di contatori elettrici di potenza pari o superiore a 16,5 kW: il credito è pari al 12% della spesa sostenuta per l’acquisto della componente energetica effettivamente utilizzata nel secondo trimestre del 2022 ed è riconosciuto qualora il prezzo della stessa, calcolato sulla base della media riferita al primo trimestre 2022, abbia subito un incremento del costo per kWh superiore al 30% del corrispondente prezzo medio riferito allo stesso trimestre del 2019.

Il credito d'imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione ai sensi dell'articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, entro la data del 31 dicembre 2022. Non si applicano i limiti di cui all'articolo 1, comma 53, della legge 24 dicembre 2007, n. 244, e di cui all'articolo 34 della legge 23 dicembre 2000, n. 388.

Non concorre alla formazione del reddito d'impresa né della base imponibile dell'imposta regionale sulle attività produttive e non rileva ai fini del rapporto di cu agli articoli 61 e 109, comma 5, del testo unico delle imposte sui redditi approvato con decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917. Ecumulabile con altre agevolazioni che abbiano ad oggetto i medesimi costi, a condizione che tale cumulo, tenuto conto anche della non concorrenza alla formazione del reddito e della base imponibile dell'imposta regionale sulle attività produttive, non porti al superamento del costo sostenuto. Ecedibile, solo per intero, ad altri soggetti alle condizioni previste dal com. 3, art.3.

  • Art. 4 - nuovo credito di imposta per le imprese – diverse da quelle a forte consumo di gas – pari al 20% della spesa sostenuta per l’acquisto del gas, consumato ne secondo trimestre solare dell’anno 2022, per usi energetici diversi dagli usi termoelettrici, qualora il prezzo di riferimento del gas naturale, calcolato come media riferita al primo trimestre 2022, abbia subito un incremento superiore al 30% del corrispondente prezzo medio riferito al medesimo trimestre del 2019. Per la gestione del credito di imposta si adottano le medesime regole di cui sopra, previsti dal com.2 e com.3, art.4.
  • Art. 5 - aumento dei crediti di imposta – già riconosciuti dal decreto 17/2022 – a favore delle imprese energivore per l’acquisto di gas ed elettricità: dal 20 al 25% a favore delle imprese a forte consumo di energia elettrica e dal 15 al 20% a favore delle imprese a forte consumo di gas naturale.
  • Art. 6 - Bonus sociale elettricità e gas. Per il periodo da 1° aprile al 31 dicembre 2022, il valore ISEE di accesso ai bonus sociali elettricità e gas è pari a 12.000 euro.

Titolo III - Sostegno alle imprese - Capo I - Misure per la liquidità delle imprese  

  • Art. 8 - possibilità per le imprese di rateizzare le bollette di energia elettrica e di gas – per i consumi relativi ai mesi di maggio e giugno 2022 – fino a due anni, con garanzia Sace fino al 90% degli importi dovuti ai fornitori.
  • Art. 9 - Cedibilità dei crediti di imposta riconosciuto alle imprese energivore sia elettrice che di gas.

Titolo III - Sostegno alle imprese - Capo III - Misure a sostegno di autotrasporto, agricoltura, pesca, turismo

  • Art. 17 - istituzione del Fondo per il sostegno del settore dell’autotrasporto, per mitigare gli effetti economici derivanti dagli aumenti eccezionali dei prezzi dei carburanti, con una dotazione di circa 500 milioni di euro per il 2022.
  • Art. 18 - credito di imposta del 20% per l’acquisto di carburante per agricoltura e pesca, relativo alla spesa sostenuta per l'acquisto del carburante effettivamente utilizzato nel primo trimestre solare dell'anno 2022. Il credito d'imposta è cumulabil con altre agevolazioni che abbiano ad oggetto i medesimi costi, a condizione che tale cumulo, tenuto conto anche della non concorrenza alla formazione del reddito e della base imponibile dell'imposta regionale sulle attività produttive, non porti al superamento del costo sostenuto. È inoltre prevista la cedibilità sul modello credito d’imposta nel settore energetico.
  • Art. 21 - Fertilizzanti. Al fine di promuovere la diffusione di pratiche ecologiche nella fase di produzione del biogas e ridurre l'uso di fertilizzanti chimici, aumentare l'approvvigionamento di materia organica nei suoli e limitare i costi di produzione, è ammessa la sostituzione dei fertilizzanti chimici di sintesi con il digestato equiparato, di cui vengono individuate le caratteristiche e le modalità di impiego del digestato equiparato. I Piani di utilizzazione agronomica potranno prevedere la sostituzione dei fertilizzanti chimici di sintesi con il digestato equiparato. Il digestato è considerato equiparato ai fertilizzanti di origine chimica quando è ottenuto dalla digestione anaerobica di sostanze e materiali da soli o in miscela fra loro, ai sensi di quanto previsto dall'articolo 22 del decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali 25 febbraio 2016, impiegato secondo modalità a bassa remissività e ad alta efficienza di riciclo dei nutrienti e in conformità ai requisiti e alle caratteristiche definiti con il decreto di cui al terzo periodo del presente comma, per i prodotti ad azione sul suolo di origine chimica. Entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della presente disposizione, dovrà essere emanato uno specifico decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, di concerto con il Ministro della transizione ecologica, che definisce le caratteristiche e le modalità di impiego del digestato equiparato.

 

Gruppo Operativo Brenta 2030

GRUPPO OPERATIVO BRENTA 2030

Campagna Amica

Campagna Amica

Scopri i nostri Mercati di Campagna Amica

Vieni a trovarci nei Mercati di Campagna Amica

L’Amico del Coltivatore

Sfoglia on line l'ultima uscita

Fiori a casa tua

Scopri le aziende florovivaistiche che praticano la vendita on line e la consegna a domicilio

La spesa a casa tua

Tutte le aziende che consegnano a domicilio

Portale Coldiretti Veneto Formazione

Portale Coldiretti Veneto Formazione

Portale e-Learning Coldiretti Veneto

Portale Coldiretti Veneto e-Learning