20 Maggio 2021
LA “LEGGE DI ORIENTAMENTO” HA COMPIUTO 20 ANNI: L’IDENTIKIT DELL’AGRICOLTORE COM’È CAMBIATO?

20 anni fa entrava in vigore la legge n. 228/2001 che ha permesso alle imprese agricole di non essere più confinate alla sola produzione di alimenti, ma apriva loro la strada a nuove attività, forti di un ruolo più completo rispetto al passato

Grazie all’intervento normativo della Legge di Orientamento n. 228 del 18 maggio 2001 si è riscritto lo statuto dell’impresa agricola, con l’evidente scopo di abbandonare una concezione esclusivamente “fondiaria” del rapporto dell’imprenditore con il territorio e di superare una visione dell’attività di produzione agricola finalizzata all’“autoconsumo”. A suo tempo, questa legge era stata fortemente voluta e promossa dall’associazione di categoria. È stata in grado di spingere la rinascita dell’agricoltura italiana allargando i confini dell’imprenditorialità e aprendo a nuove opportunità occupazionali nella tutela ambientale, nel risparmio energetico, nelle attività sociali, nella trasformazione aziendale e nella vendita diretta.

“Questa legge ha modernizzato il settore primario – afferma Carlo Salvan – prima eravamo solo fornitori di materia prima, anche se proprio in questo ultimo anno la società civile ha capito la centralità e l’importanza del cibo. Dopo l’approvazione della legge il modello produttivo è cambiato radicalmente, si è tenuta una vera rivoluzione che ci ha permesso di essere presi in considerazione, non solo per quella che era la nostra principale attività. Gli agricoltori sono custodi del territorio, lo difendono, lo tutelano e a partire da questa legge hanno iniziato a partecipare e collaborare alle attività a favore della collettività. L’hanno fatto stringendo accordi con le pubbliche amministrazioni per i servizi, come con lo sfalcio erba e le attività invernali; si sono poi aperte ad altre attività imprenditoriali come la cucina contadina e l’alloggio nei loro agriturismi, fino ad arrivare a insegnare cos’è l’agricoltura a bambini e famiglie tramite le fattorie didattiche e a occuparsi di persone fragili e disagiate con le fattorie sociali. Infine abbiamo iniziato a fare la vendita diretta, per completare la multifunzionalità. L’agricoltore ha contribuito allo sviluppo del territorio, con un nuovo ruolo più completo che dovremo mantenere in futuro cercando di valorizzare sempre di più il nostro settore”.

Campagna Amica

Campagna Amica

Scopri i nostri Mercati di Campagna Amica

Vieni a trovarci nei Mercati di Campagna Amica

L’Amico del Coltivatore

Sfoglia on line l'ultima uscita

Fiori a casa tua

Scopri le aziende florovivaistiche che praticano la vendita on line e la consegna a domicilio

La spesa a casa tua

Tutte le aziende che consegnano a domicilio

Portale Coldiretti Veneto Formazione

Portale Coldiretti Veneto Formazione

Portale e-Learning Coldiretti Veneto

Portale Coldiretti Veneto e-Learning