12 Settembre 2022
Scuola, ritorno in aula con tutor Coldiretti Donne Impresa

Insieme agli studenti delle scuole elementari e medie tornano in classe anche le imprenditrici di Coldiretti Padova con il progetto riservato alle nuove generazioni che da anni coinvolge solo nella nostra provincia oltre 4 mila alunni con docenti e genitori. Dalla scuola dell’infanzia alla secondaria, lo sorso anno scolastico sono state centinaia le ore di lezione in 220 classi di almeno 30 istituti padovani, dalla città alla provincia, dall’Alta alla Bassa, grazie alla proposta di Coldiretti che arricchisce l’ora di educazione civica e porta in classe i temi della sana alimentazione, della sostenibilità, dell’origine dei prodotti e della loro tutela.

L’iniziativa fa riferimento al Protocollo d’Intesa del Luglio del 2019 - “Per la promozione delle competenze connesse alla sostenibilità nell’alimentazione, per lo sviluppo dell’economia circolare, della green economy e dell’agricoltura di precisione e digitale” firmato dal il Miur e la Confederazione Nazionale Coldiretti. “Questa edizione – spiega Chiara Bortolas presidente regionale e nazionale di Donne Impresa – si arricchisce di una proposta diretta anche ai ragazzi più grandi. Si chiama “Teen’segno” e prevede interventi in aula teorico pratici con dotazione audiovisiva su temi storici come il passaggio epocale dalla riforma agraria alla legge d’orientamento, tecnico scientifici tipo l’agricoltura di precisione e digitale o l’etichettatura dell’origine dei prodotti. Lo staff di Coldiretti – giovani, senior, produttori di Campagna Amica -  offre la possibilità di affrontare contenuti etici come l’economia circolare sviluppando, su richiesta,  un dibattito sulla verità del cibo sintetico. Abbinate al programma ci sono le esperienze pratiche in campagna: campi scuola, settimane verdi, visite guidate nelle fattorie didattiche per entrare in diretta connessione con le realtà agricole del territorio.

“Si tratta di uno sforzo in più che mettiamo a disposizione del mondo degli adolescenti  senza dimenticare il lavoro profuso nei confronti dei più piccoli  - precisa Valentina Galesso di Coldiretti Donne Impresa Padova – che continua con un calendario di incontri serrati in tutte le province dove non si contano più i tanti orti scolastici avviati e coltivati che con la nuova stagione diventeranno “botanici” grazie alla passione di insegnanti e dei piccoli allievi supportati dalle famiglie. Sempre confermate le opportunità di approfondimento legate alla merenda salutare e alla conoscenza della biodiversità e del patrimonio agroalimentare regionale e italiano. Alla fine del percorso i partecipanti potranno aderire alla “Festa della terra” con la premiazione finale degli elaborati prodotti. Incrociando le ore di educazione civica, ambientale e alimentare il pacchetto diventa completo e di supporto alla programmazione annuale scolastica perché facilmente integrabile. Le numerose adesioni – aggiunge Galesso – ripagano questo impegno che è il fiore all’occhiello del movimento femminile di Coldiretti che ha sempre investito nella crescita culturale dei giovani attraverso la condivisione della sicurezza alimentare per un modello di sviluppo ecosostenibile”.

La primavera scorsa le ultime attività hanno coinvolto i ragazzi delle scuole primarie della Bassa Padovana, da Solesino a Montagnana, con le lezioni sull’economia circolare e la sostenibilità ambientale, con laboratori coinvolgenti nei quali i bambini hanno potuto cimentarsi con i temi del riciclo, dell’uso responsabile delle risorse, del risparmio energetico, dell’attenzione verso la biodiversità e molto altro. Particolarmente coinvolgenti i laboratori all’aperto, nei quali i ragazzi hanno potuto prendersi cura dell’orto o del giardino, o dell’albero piantato nei mesi scorsi.

Nelle scuole primarie padovane sono stati impegnati oltre 2.600 alunni di 137 classi, 850 gli studenti delle medie e 420 quelli degli istituti superiori, a cui si aggiungono anche 170 bambini della scuola dell’infanzia.

Prima a distanza e on line, nel rispetto delle disposizioni sanitarie, poi in presenza, il progetto “Semi’insegni” ha permesso ad oltre 4 mila ragazzi di scoprire l’origine e la stagionalità dei prodotti, di sapere da dove viene ciò che trovano a tavola, di conoscere un po’ meglio il loro paese, il loro territorio, di cimentarsi con la cura di un giardino e di un orto.

"Ringrazio gli insegnanti e i dirigenti scolastici che ci invitano in aula e le famiglie per la disponibilità ad accogliere le operatrici didattiche di Coldiretti – conclude Galessso - un lavoro che ci consegna fiducia e soprattutto una grande responsabilità verso le nuove generazioni e la loro crescita. Incrociare gli occhi dei bambini incantati dai prodotti agroalimentari di stagione è sempre una sorpresa. Quello che gli operatori agricoli offrono con questa iniziativa  oltre alla formazione alimentare, ambientale e civica, è soprattutto un rapporto di fiducia con le nuove generazioni e il corpo insegnante trattando temi legati all’agricoltura che abbracciano varie discipline dalle scienze alla geografia, anche matematica e storia ad esempio. Ora è tutto pronto per la nuova edizione del progetto che coinvolgerà altre scuole”.

Gruppo Operativo Brenta 2030

GRUPPO OPERATIVO BRENTA 2030

Campagna Amica

Campagna Amica

Scopri i nostri Mercati di Campagna Amica

Vieni a trovarci nei Mercati di Campagna Amica

L’Amico del Coltivatore

Sfoglia on line l'ultima uscita

Fiori a casa tua

Scopri le aziende florovivaistiche che praticano la vendita on line e la consegna a domicilio

La spesa a casa tua

Tutte le aziende che consegnano a domicilio

Portale Coldiretti Veneto Formazione

Portale Coldiretti Veneto Formazione

Portale e-Learning Coldiretti Veneto

Portale Coldiretti Veneto e-Learning